fiore

oak

Quercus robur (Quercia comune)

Colore: rosso.

Emozione di base secondo Bach:
Scoraggiamento o disperazione.

Parole chiave:
dotato di forte volontà, lavora con tenacia e accanimento, rifiutando riposo e svago; inflessibilità; lottare oltre i propri limiti.



Aspetti positivi:
forza equilibrata, accettare i propri limiti; sapere quando fermarsi a riposare; ridona il piacere di divertirsi.

Profilo:
questo è il rimedio adatto alle persone che "portano il mondo sulle spalle", infaticabili non si concedono un attimo di tregua, il loro senso del dovere è tale da tenere sotto controllo anche il fisico.
Senza rendersi conto si inaridiscono pian piano perché continuano a dare il massimo senza però "nutrirsi" di nulla, non si concedono il tempo per riposare, godere delle bellezze della natura, della buona musica o della compagnia altrui,
Così Oak a poco a poco si svuota, scomparso il piacere della vita gli rimane il senso del dovere.
Inflessibile ed estremamente severo con se stesso.

Dalle parole testuali di E. Bach:
"Per coloro che stanno lottando e combattendo duramente per guarire, o in relazione ai loro affari quotidiani. Tentano una cosa dopo l’altra, anche se il loro caso sembra senza speranza. Essi continuano a combattere. Sono scontenti di sé stessi se una malattia interferisce con i loro doveri o con l’aiuto al prossimo. Sono persone coraggiose, combattono contro grandi difficoltà senza scoraggiarsi o stancarsi".

Approfondimento:
Le personalità Oak lottano contro ogni difficoltà, senza mai perdersi d’animo; nella malattia fanno di tutto per guarire e in ogni caso non si stancano mai di migliorare la loro situazione. Queste individui, che rappresentano l’esatto opposto del tipo Gorse, personificano le caratteristiche maschili positive di forza, resistenza e perseveranza, dimenticando però che la vita è fatta anche di aspetti più delicati e giocosi, dai quali trarre la forza per nuove imprese. Non si concedono mai riposo o svago: sono persone affidabili e spesso costituiscono la colonna portante di un’azienda, o di una famiglia, lavorando costantemente, nascondendo a chiunque la propria stanchezza e anche eventuali problemi di salute. Oltre a soffrire frequentemente di stanchezza pressoché cronica (sempre ben nascosta agli altri), queste persone corrono il rischio di un crollo improvviso, di un collasso nervoso, o di incorrere in patologie caratterizzate da "rigidità", come, ad esempio, l’artrosi.
Con Oak le capacità innate della persona vengono riequilibrate e l’ individuo impara a riconoscere ed accettare gli aspetti positivi dell’accettazione dei propri limiti, impara a fermarsi per riposare e per svagarsi, potendosi così ricaricare.

Nota:
come differenziazione tra Oak ed Elm, è da notare che nello stato Oak il lavoro è considerato un dovere e la stanchezza tende a diventare cronica, mentre nello stato Elm il lavoro è una vocazione e la stanchezza è passeggera.

 

Da alkaemia vi aspettiamo per sessioni individuali di:

presso lo studio di alkaemia, previo contatto ed appuntamento.
Per sapere metodologie si rimanda alle pagine "come esercitiamo" delle specifiche discipline.

Sempre da alkaemia vi aspettiamo inoltre per i nostri corsi - seminari - incontri.

 

HOME